Pellegrinaggio in Terra Santa, 22-29 agosto 2013

20131007-091850.jpgLa fede è un comportamento non una cosa su cui si può discutere: si diventa pellegrini per fede. Prima ero stato viaggiatore…. Da qualche anno pensavo a un viaggio in Terra Santa e quando, nella scorsa primavera, si è presentata l’occasione: un Pellegrinaggio diocesano, organizzato dall’ORP. Insieme a don Vincenzo Macera, il mio parroco, il seminarista ed amico, Mario Testa e l’amico Sisto Cecchetti, instancabile organizzatore di pellegrinaggi, siamo stati inseriti in un gruppo più numeroso guidato da don Simone Di Vito, parroco di Sant’Albina a Scauri. Insieme a loro, non raggiungendo comunque il numero sufficiente per essere autonomi, abbiamo fatto parte di un gruppo eterogeneo e composto da pellegrini provenienti dal sud, da Roma e dal nord dell’Italia, guidati da don Mario Ghinassi parroco di Laterina, Arezzo. Una bella compagnia con sei sacerdoti, una grazia inaspettata. Partiti da Roma la mattina del 22 agosto siamo giunti a Tel Aviv e da qui, passando per Haifa con visita al Santuario Stella Maris sul Monte Carmelo, ci siamo trasferiti a Nazareth in Galilea. Una prima giornata il 23, intensa e memorabile: il monte Tabor la mattina e, dopo aver fatto ritorno a Nazareth per il pranzo, al pomeriggio visita e Celebrazione Eucaristica nella Basilica dell’Annunciazione. Una grazia speciale, che si rinnoverà ogni giorno per l’intero pellegrinaggio, è stata quella di avere con noi sei sacerdoti concelebranti, con la significativa presenza di un seminarista, e ascoltare le Sante Messe specifiche per ogni chiesa e basilica visitate. La ricchezza spirituale e la particolare bellezza della liturgia appropriata al luogo, pur nella semplicità del pellegrinaggio, sono rimaste indelebilmente nel cuore e nella mente di tutti, costituendone la memoria più viva e intima. Una grazia difficile da comunicare ma semplice da accogliere.
Continue reading “Pellegrinaggio in Terra Santa, 22-29 agosto 2013”