Il diario di Roberto Marinaccio: evangelizzazione della Repubblica di Cina

Cari amici,

vi scrivo per farvi avere mie notizie e condividere qualche pensiero con voi.

Lo studio della lingua cinese è duro e occupa la maggior parte del mio tempo, circa 14 ore al giorno tra lezioni con l’insegnante e studio personale. Si tratta di uno studio rigido che porterà frutti a lungo termine ma che nel frattempo è stancante sia mentalmente che fisicamente.

Vivo nella periferia di Taipei, è una zona industriale altamente sviluppata ed inquinata l’aria è 24 ore su 24 irrespirabile, molto peggio di Roma o Milano. Mi mancano le passeggiate a Serapo e a Lungomare. L’impatto iniziale con la cultura cinese è forte, nonostante la cordialità e la gentilezza che mostrano con gli stranieri. I cinesi hanno usi e costumi radicalmente diversi dai nostri, spesso il loro modo di pensare e ragionare si rivela carente di creatività e fantasia: le eccezioni non esistono o se esistono son un problema. Continue reading “Il diario di Roberto Marinaccio: evangelizzazione della Repubblica di Cina”