Alla ricerca dell’acqua perduta – sabato 19 agosto ore 19.00, Piazza Vittoria, Formia

Aderisco alla manifestazione, ma dovendo celebrare la Santa Messa per la Domenica non potrò partecipare di persona. Mi unisco alla protesta e celebro la Santa Messa perché si ridia all’acqua l’originaria destinazione di bene comune e prezioso per tutti e sia liberalizzata e non a pagamento: l’acqua è di tutti e non solo dei gestori o dei politici di turno! Il Signore voglia toccare il cuore di quanti devono gestire per tutti questo bene vitale, altrimenti ci pensi chi ha il compito di vigilare che i cittadini possano usufruire dei beni comuni che non sono proprietà privata di nessuno!

Aderisco anche come Direttore Diocesano della pastorale sociale e del lavoro e la Salvaguardia del Creato: il silenzio non è evangelico di fronte alle ingiustizie degli uomini! Occorre che sia chiara la collocazione della Comunità cristiana: sia a fianco di chi lotta per il bene comune e di rivendica la possibilità di usufruire dei beni vitali e, come dice papa Francesco, la Chiesa esca per strada e incontri tutto ciò che vive l’uomo. La Chiesa sia nelle periferie dei territori e nelle periferie sociali che crescono sempre di più per l’avidità di pochi.

Auguro che la manifestazione abbia l’effetto sperato e i cittadini, soprattutto se credenti, siano all’altezza della missione di cui li responsabilizzati Dio all’inizio della creazione: ” coltivate e custodite il giardino” 

Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse. Genesi 2,15

Un cordiale saluto e grazie per l’impegno, don Simone Di Vito, parroco di S. Albina in Scauri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *