Il diario di Roberto Marinaccio, docente di Religione della nostra Diocesi

Roberto Marinaccio, docente di Religione della nostra Diocesi,  è a Taipei presso l’Università Cattolica per il dottorato,  in collegamento con l’Università Urbaniana di Roma”.
Pubblichiamo il diario che ci invierà, assicurando la nostra preghiera per questa importante esperienza “missionaria”

Diario e appunti

Taipei (Taiwan), lunedì 29 agosto

Nel pomeriggio ho assistito al rito funebre di un signore cinese, il rito è stato celebrato da sei sacerdoti taoisti. L’altare con la foto, gli incensi e l’urna funebre con le ceneri è stato allestito nel negozio in cui lavorava. I familiari hanno celebrato il rito curando il LI (in questo caso è il decoro rituale) e la XIAO (la pietà filiale), grazie alla REN, ovvero la benevolenza manifestata interiormente e devozionalmente hanno accompagnato il defunto verso il TIAN (Cielo) impedendo ad una parte dell’anima di diventare uno spirito della Terra ().

Vicino casa ho scoperto un piccolo tempio con un altare dedicato al culto delle tre principali divinità del pantheon della religione tradizione cinese. Si tratta di un tempio tipico della tradizione confuciano costruito dalle famiglie della zona appartenenti allo stesso lignaggio; il lignaggio è l’insieme di famiglie apparentate dai capi famiglia o da antenati comuni. Più famiglie formano un lignaggio, l’insieme di più lignaggi forma il clan. La società di Taiwan conserva la struttura della cultura religiosa tradizionale cinese caratterizzate dall’incrociarsi delle tre linee in cui ha trovato sviluppo nella storia (confucianesimo, taoismo, buddhismo cinese), nonostante gli effetti evidenti della globalizzazione e della secolarizzazione; è una società patriarcale, patrilineare e patrilocale in una zona della città possono convivere più lignaggi.

Caldo umido tropicale 40 gradi all’ombra, vento fortissimo (stamattina mi sono svegliato con un mega tifone), piove spesso. I taiwanesi sono ospitali, persone a modo. I miei compagni di stanza sono due giovani ingegneri giapponesi.

Taipei (Taiwan), martedì 30 agosto

Anche oggi e per tutta la settimana continuerà il rito funebre celebrato ieri.

Il tifone di ieri era parte di una tempesta tropicale che ha colpito la parte sud dell’isola di Taiwan e si è diretto verso la Cina continentale.

Ho dormito abbastanza da smaltire il fuso orario e la stanchezza del viaggio. La cucina taiwaniana è variegata, la trovo buona, nonostante ciò il mio organismo ha cominciato a fare i capricci, diarrea dovuta al cambio di alimentazione e di clima. Oggi ha cominciato a battere il monsone con più intensità, una pioggia che  pulisce l’aria ma ha effetti collaterali: è tossica, fa cadere i capelli e a lungo termine può causare danni alla pelle se direttamente esposta perché  le gocce portano con se l’inquinamento dell’atmosfera che qui è elevato.

Domani andrò a visitare il centro di Taipei. Io vivo nella periferia, zona industriale e commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *