Presentazione del libro di don Simone Di Vito – Parte 1/4

Il Libro di don  Simone si colloca all’interno di un vasto movimento che intende, una volta che è stata fissata la data della beatificazione del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, preparare il popolo cristiano alla celebrazione del grande evento  facendo rivivere la figura dello stesso Sommo Pontefice. Morto appena sei anni fa, è già approdato agli onori dell’altare, dopo che il popolo osannante il giorno stesso dei suoi funerali reclamava che venisse fatto santo e santo subito.

Si tratta di rievocare la sua personalità, i momenti rilevanti del suo lungo pontificato. Giovanni Paolo II, il papa polacco, che ha vissuto l’esperienza dura della sua patria e particolarmente del comunismo, in un contesto familiare di sofferenza e di fede, si inserisce in questo cammino turbinoso.

Evidentemente non è un impegno facile: un pontificato lunghissimo, ventotto anni, inferiore solo a Pio IX, un pontificato che ha coperto un periodo della storia molto tormentato e difficile, sia dal punto di vista civile che religioso.  Si deve conoscere e tenere presente la situazione del mondo e della Chiesa, entro la quale si colloca lo stesso Sommo Pontificato.

Il Papa affronta questa realtà, portando avanti il Concilio Vaticano II: all’interno del principio della continuità sia pure nella novità delle riforme necessarie. Ciò che qualifica un Sommo Pontificato è anzitutto l’attività magisteriale.

Il suo magistero: le grandi encicliche (14): encicliche trinitarie: (Redemptor Hopminis (L’interesse dei giovani per Cristo); Dives in misericordia: Faustina; l’amore misericordioso;) Dominum et vivificantem: lo Spirito Santo ). Le encicliche sociali (Laborem exercens, Sollicitudo rei socialis, Centesimus annus); encicliche teologico morali (Veritatis Splendor, Evangekum Vitae, Fides et Ratio), lettere apostoliche (Salvifici doloris);  la famiglia (Familiaris consortio); la liturgia e il Culto: L’Eucaristia.

Significativi sono stati anche i sinodi episcopali e le esortazioni apostoliche che ne sono scaturite, particolarmente per dare una migliore identificazione degli stati di vita nella Chiesa (Laici, sacerdoti, religiosi).

Le rilettura della storia della Chiesa: il perdono. Il dialogo ecumenico e interreligioso.

Le beatificazioni e le canonizzazioni: il cristianesimo vissuto come modello di vita. La grazia.

In modo particolare i grandi viaggi: 104. Il messaggio cristiano. L’evangelizzazione.

I giovani: la sua esperienza. Le giornate della gioventù. I giovani hanno bisogno di Cristo.

La fine della sua vita nella sofferenza e la testimonianza forte proprio nel momento della sua estrema debolezza. La pace e le guerre.

Un giudizio storico: vittorie e sconfitte: Sul modello di Gesù e quindi sul modello di ogni valutazione dal punto di vista cristiano.

Un giudizio storico sugli avvenimenti esige ancora una lunga riflessione. Ma il giudizio sulla santità di questo grande Pontefice è stato già dato dal popolo cristiano proprio nel giorno dei funerali: santo e santo subito. Per dispensa del Papa Benedetto XVI il processo ha potuto cominciare subito. All’orizzonte già si affaccia l’aggressione alla Chiesa per il tema della pedofilia. Esploderà in seguito.

Il libro di don Simone

Il libro di don Simone non intende entrare evidentemente in questa grande problematica. Esso vuole essere piuttosto un omaggio al  Papa, che egli ha avuto la gioia di poter accompagnare negli ultimi viaggi della sua vita. Un omaggio particolarmente fotografico; ma significativo anche all’interno della visione complessiva del Papa.

Detect language » Italian


Detect language » Italian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *