Alla ricerca dell’acqua perduta – sabato 19 agosto ore 19.00, Piazza Vittoria, Formia

Aderisco alla manifestazione, ma dovendo celebrare la Santa Messa per la Domenica non potrò partecipare di persona. Mi unisco alla protesta e celebro la Santa Messa perché si ridia all’acqua l’originaria destinazione di bene comune e prezioso per tutti e sia liberalizzata e non a pagamento: l’acqua è di tutti e non solo dei gestori o dei politici di turno! Il Signore voglia toccare il cuore di quanti devono gestire per tutti questo bene vitale, altrimenti ci pensi chi ha il compito di vigilare che i cittadini possano usufruire dei beni comuni che non sono proprietà privata di nessuno!

Aderisco anche come Direttore Diocesano della pastorale sociale e del lavoro e la Salvaguardia del Creato: il silenzio non è evangelico di fronte alle ingiustizie degli uomini! Occorre che sia chiara la collocazione della Comunità cristiana: sia a fianco di chi lotta per il bene comune e di rivendica la possibilità di usufruire dei beni vitali e, come dice papa Francesco, la Chiesa esca per strada e incontri tutto ciò che vive l’uomo. La Chiesa sia nelle periferie dei territori e nelle periferie sociali che crescono sempre di più per l’avidità di pochi.

Auguro che la manifestazione abbia l’effetto sperato e i cittadini, soprattutto se credenti, siano all’altezza della missione di cui li responsabilizzati Dio all’inizio della creazione: ” coltivate e custodite il giardino” 

Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse. Genesi 2,15

Un cordiale saluto e grazie per l’impegno, don Simone Di Vito, parroco di S. Albina in Scauri

La recita del Santo Rosario davanti l’effigie della Madonna di Fatima

La recita del Santo Rosario davanti l'effigie della Madonna di Fatima, in dotazione alla Chiesa parrocchiale da parte dei fedeli al termine di un pellegrinaggio a Fatima, ha riscosso discreto successo.
Ci si è riuniti per ringraziare Gesù attraverso Maria per il mese di luglio che sta per finire e condividere con gli ospiti di Scauri il momento di preghiera.